Una mostra interattiva che riguarda un’ampia collezione di esperimenti di fisica e scienze mirati all’osservazione di tutti gli ambiti dei fenomeni naturali.

dai 6 ai 99 anni

6 Aprile 2019, ore 11.30

"Dal sogno di Einstein alla carica dei 118"

Auditorium Concordia   /  Via Interna, 2 - Pordenone

Prof. Federico Ferrini 
Direttore del Cherenkov Telescope Array Observatory (CTAO)

Il 10 ottobre 2018 è stato inaugurato alle Canarie il primo dei 118 telescopi della rete del Cherenkov Telescope Array Observatory (CTAO), un progetto che vede coinvolti Paesi e ricercatori di tutto il mondo per la realizzazione di due grandi osservatori astronomici (il primo nell'America Meridionale, nel deserto di Atacama, e il secondo nell'Isola di La Palma, Canarie)...

Leggi tutto

 

Incontro 1 / La relatività generale 100 anni dopo

25 SETTEMBRE 2015 / ore 11.30
Aula Magna Centro Studi
Piazza Maestri del Lavoro - Pordenone

Relatore
Prof. Massimo Pietroni
Fisico di fama internazionale e figura di spicco dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare

 

Nel novembre del 1915 Einstein presentò alla Accademia delle Scienze Prussiana le equazioni di campo della Teoria della Relatività Generale. Era il punto di approdo di un lungo percorso intellettuale - compiuto in solitudine e superando battute d’arresto e aspri momenti di delusione - che completava la rivoluzione dei concetti di spazio e tempo iniziata dalla Teoria della Relatività Speciale del 1905, e forniva una comprensione totalmente nuova dell’origine della forza gravitazionale. “La più bella delle teorie”, come la definì il fisico russo Lev Landau, fu sviluppata da Einstein seguendo due principi fondamentali - il principio di Relatività e il principio di Equivalenza - che lo guidarono come dei fari, e che possono essere illustrati senza fare ricorso a concetti matematici complessi.
In questa conferenza illustreremo i principi alla base della Relatività Generale e faremo vedere questa Teoria all’opera nei campi più disparati, dalle profondità dell'Universo ai dispositivi GPS nei nostri smartphone.